Giovedì Santo: il giorno dell’ Eucaristia e del Sacerdozio

Padri e Pastori insostituibili: noi abbiamo bisogno di voi.

Oggi, in un Giovedì Santo che la storia ricorderà particolarmente, il Signore istituisce la Santissima Eucaristia; un Giovedì Santo in cui le chiese saranno vuote, gli altari della reposizione sospesi e l’ingresso solenne nel Triduo Pasquale mesto e pio. Sì, quest’ingresso nel momento più solenne dell’anno liturgico ci fa pensare a quelle porte antiche: basse e strette, fatte apposta per far inchinare il capo a chi entra in gesto di umiltà. Nelle nostre chiese però le lampade rimarranno accese, la Parola sarà proclamata e l’Eucaristia consacrata.

I sacerdoti si troveranno in una celebrazione forse surreale e inaspettata ma carica comunque di un profondo significato. Nessun presente questo Giovedì Santo se non loro, i sacerdoti, gli intimi di Gesù, stretti attorno alla mensa eucaristica del Maestro. I nostri pastori celebreranno la Santa Messa in quell’intimità che fece poggiare a Giovanni il capo sul cuore di Gesù, sul cuore del loro e nostro Signore. In questo giorno che dovrebbe essere di profonda meditazione sul loro ministero, forse li abbiamo troppe volte distratti con le mille e varie cose da organizzare per il Triduo. Quest’anno, carissimi pastori, figli prediletti di Maria Santissima, questa circostanza vi ha restituito il tempo di assaporare, meditare ed afferrare fino in fondo il vostro ministero di alter Christus, in un silenzio atipico per tale giornata. Vi imploriamo perciò dalle nostre case, dai nostri conventi, dai nostri letti d’ospedale, tirateci ancora dentro il mistero eucaristico, offrite il nostro sacrificio unito a quello di Cristo, osate con la preghiera e la meditazione. Abbiamo bisogno di voi: ve lo chiediamo come figli ai loro padri. Nulla possiamo senza di voi, nulla possiamo senza Gesù che vi ha scelto, amato e che, per mezzo vostro, si rende presente in ogni sacramento che celebrate, specialmente quello eucaristico.

Con profonda e immensa gratitudine per il vostro sì, il vostro ministero e la vostra dedizione, vi assicuriamo la nostra preghiera affinché si stagli sempre nel mondo tramite voi la presenza di Cristo e la Sua grazia salvifica.

Nelle nostre preghiere in questo giorno speciale i sacerdoti di ieri, oggi e domani.

Dio ci benedica
E la Vergine ci protegga